odontoiatria_laser

od_laser

Il termine “laser” sta per Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation (Amplificazione della Luce attraverso Emissione Stimolata di Radiazione). Tecnicamente, il laser è uno strumento che emette energia fotonica sotto forma di luce.

In odontoiatria il laser consente di trattare la maggior parte delle patologie in modo sicuro, con ottimi risultati ed elevato comfort per il paziente.
I dottori Olivi e Genovese hanno dedicato tempo, impegno e risorse per fornire nel centro InLaser la più avanzata tecnologia laser disponibile oggi.

fotona

Principali benefici

  • Possibilità di trattare carie di qualsiasi dimensione e profonditàin modo indolore e senza trapano
  • Non si utilizza quasi mai l’anestesia
  • Perfetta decontaminazione nelle infezioni dentali e gengivali
  • Efficace coagulazione e rapida guarigione dei tessuti in chirurgia
  • Assenza o riduzione del dolore post-operatorio

faq_laser_small

Domande frequenti

Il laser viene utilizzato in Odontoiatria?
Si, i laser sono utilizzati in Odontoiatria dal 1990.
I laser possono essere utilizzati da soli ma spesso sono utilizzati in combinazione con altri strumentari odontoiatrici come completamento della strumentazione per il raggiungimento di un miglior risultato terapeutico.

Esistono diversi tipi di laser?
Si e si distinguono per la diversa lunghezza d’onda che li rende efficaci su tessuti differenti: ogni laser e’ piu’ adatto per una terapia piuttosto che per un’altra, non esiste un laser che fa tutto!

Quali laser sono utilizzati in Odontoiatria?
Alcuni laser possono lavorare solo sulla gengiva e mucosa (laser a diodi, Neodimio YAG e CO2), altri possono lavorare sia sulla gengiva che su dente ed osso (laser Erbium:YAG ed Erbium,Cromo:YSGG). Altri sono specifici per lo sbiancamento dentale (KTP e diodi).

Quali sono i vantaggi dell’uso del laser?

  • Il Dentista può sostituire l’uso del trapano con un laser ad acqua, l’Erbium laser, eliminando o riducendo l’uso dell’anestesia e permettendo le cure con maggiore relax per il paziente..
  • Il laser permette di salvare denti molto cariati, evitandone la devitalizzazione grazie alla tecnica di incappucciamento pulpare laser assistito, che ha una percentuale di successo più elevata rispetto alle tecniche tradizionali..
  • Il Dentista può sostituire l’uso del bisturi ed in chirurgia laser permette un buon controllo del sanguinamento, essendo per questo, strumento d’elezione in alcuni interventi (fibromi, epulidi, angiomi)..
  • Inoltre il laser riduce di molto i sintomi e il decorso postoperatorio delle terapie, grazie alla riduzione della quantita’ di batteri presenti nei tessuti dentali e gengivali ed all’effetto biostimolante.

I laser sono sicuri?
Se il laser è utilizzato seguendo le corrette norme di sicurezza, da un dentista istruito in materia, è strumento sicurissimo! Anzi nelle cure dei bambini risulta addirittura più sicuro degli strumenti tradizionali per la sua selettività di utilizzo sul dente (salvaguardando lingua e mucose da possibili traumi accidentali).Vanno indossati sempre gli occhiali protettivi!

A chi è rivolta

L’odontoiatria laser, per i suoi vantaggi, è la soluzione ottimale per pazienti di tutte le età con patologie di denti,gengive e mucose. È particolarmente indicata nei bambini,per il comfort e la sicurezza d’uso e nei pazienti adulti a rischio, per il massimo controllo del sanguinamento e delle infezioni post-operatorie.

faq_laser_small

Come funziona

Il laser emette un fascio di luce che lavora con precisione sulla zona da curare senza toccarla:

  • nella cura della carie, il laser “vaporizza” batteri e tessuto malato senza rimuovere dente sano, evitando le spiacevoli vibrazioni del trapano
  • nella cura delle gengive e degli ascessi, il laser “disinfetta” tasche gengivali e denti infetti, con scomparsa immediata dei sintomi.

 

La luce laser, inoltre, migliora la guarigione dei tessuti, biostimolando i naturali processi fisiologici.

macchinario_laser

Principali applicazioni cliniche

I laser sono utilizzati tra le tante terapie possibili per:

  • diagnosticare la carie
  • rimuovere la carie dai denti decidui e permanenti
  • rimuovere un frenulo linguale corto possible causa di problemi fonetici, ortodontici e posturali
  • rimuovere un frenulo labiale possibili causa di problemi ortodontici o paradontali (recessioni gengivali)
  • scappucciare i denti del giudizio parzialmente erotti causa di ricorrenti ascessi (pericoronite)
  • esporre l’impianto nella seconda fase implantologica, evitando una seconda chirurgia
  • ridisegnare i contorni gengivali per problemi estetici
  • eliminare il tessuto infiammato ed infetto dalle tasche gengivali (terapia parodontale non chirurgica)
  • trattare d’urgenza gli ascessi dentali
  • decontaminare i canali infetti nella terapia canalare/devitalizzazione
  • eseguire interventi di chirurgia orale (per asportare piccole neoformazioni patologiche)
  • attivare e velocizzare il processo di sbiancamento durante gli interventi di cosmesi odontoiatrica