Riabilitazioni parziali e complete con l’utilizzo delle migliori sistematiche implantari senza “toccare” i denti naturali vicini. Gli impianti sono il nuovo standard di intervento per la sostituzione dei denti mancanti.

La mancanza o la perdita di uno o più denti incide sulla funzione e l’equilibrio dell’apparato masticatorio, impedisce di seguire una dieta completa e causa perdita ossea per atrofia da non uso,modificando l’estetica del viso e del sorriso. Gli impianti tirestituiscono il sorriso e ti garantiscono funzionalità, conservando la struttura ossea.

 

Principali benefici

  • sostituiscono i denti mancanti ripristinando la corretta funzione masticatoria
  • evitano di preparare i denti adiacenti
  • bloccano la perdita ossea, mantenendo giovane il tuo aspetto
  • ripristinano il sorriso naturale

A chi è rivolta

A chi vuole ripristinare la corretta funzione masticatoria ed aspetto estetico in caso di:

 

  • denti mancanti dalla nascita (agenesia dentale)
  • denti estratti per infezione, carie profonda o frattura

Come funziona

Gli impianti sono viti di titanio che vengono inserite nell’osso dopo preparazione del loro alloggiamento. Una volta integrati nell’osso (osteointegrazione in 4-6 mesi) rimangono saldamente ancorati, offrendo il sostegno a corone singole, ponti fissi o protesi rimovibili.

Alte tecnologie in implantologia

Da InLaser l’utilizzo del Laser e del Microscopio operatorio semplificano alcuni passaggi della chirurgia implantare. La scopertura degli impianti, eseguita con il laser e sotto controllo microscopico, permette di eseguire una chirurgia minimale senza bisturi e suture, in assenza di sanguinamento e dolore postoperatorio.

Pricipali applicazioni

Soluzione implantare per dente singolo
I singoli denti mancanti possono essere sostituiti con l’inserimento di singoli impianti in titanio senza intaccare i denti sani adiacenti.Camera
Una volta posizionato l’impianto, dopo 4-6 mesi viene avvitato all’impianto il pilastro (abutment), che serve sostegno per la corona definitiva.

Alternativa protesica fissa con ponte tradizionale per mancanza di dente singolo o multiplo
In alternativa, i denti vicino al dente/i mancante possono essere preparati per sostenere la/le corone definitive:

– si ha comunque perdita di osso nella zona del dente mancante

– c’e’ maggior rischio di carie e sofferenza dentale per i denti preparati (necrosi, riassorbimento paradontale)

Soluzione implantare per mancanza multipla o totale di denti
Se mancano numerosi denti, è possibile utilizzare alcuni impianti per sostenere ponti fissi intervallati ai denti naturali. Se mancano tutti i denti dell’arcata superiore o inferiore, è possibile utilizzare 4 o 6 impianti per sostenere una protesi totale rimovibile.

Alternativa protesica rimovibile con scheletrato o dentiera per mancanza multipla o totale di denti
In alternativa,I denti mancanti si possono ripristinare con protesi rimovibili tradizionali parziali (scheletrato) o totali (dentiera) che poggiano su la gengiva edentula; la perditaossea delle zone edentule genera, nel tempo, perdita di aderenza e stabilita’ della protesi che necessitera’ di frequentiribasature.

 

Domande frequenti

La procedura di inserimento dell’impianto e’ dolorosa?
No. Normalmente gli impianti vengono inseriti in anestesia locale. Gli interventi sono eseguiti nel nostro studio.

 

Dopo quanto tempo posso tornare al lavoro, dopo l’intervento?
Un paio di giorni di riposo ed una terapia antinfiammatoria mirata riduce l’insorgere di fastidiose complicanze (gonfiore notevole e distacco dei punti di sutura). Usualmente vengano prescritta una terapia antibiotica preventiva e farmaci antidolorifici per alleviare gli eventuali piccoli fastidi nei primi giorni dopo l’intervento.

 

Quanto dura l’intervento di inserimento degli impianti?
L’intervento può durare da 40 ai 60 minuti, per l’inserimento da uno a tre impianti. Inserimenti multipli richiedono un tempo leggermente superiore.

 

Come si procede se non c’è osso sufficiente per l’impianto?
L’assenza di osso non e’ controindicazione assoluta all’intervento. Un piano di trattamento accurato e ben studiato indirizza verso interventi di rigenerazione o innesto diversi a seconda dei casi.

 

Quando potrò avere i nuovi denti?
I tempi della terapia variano in base all’eta’ ed alla qualita’/quantita’ di osso. Dopo 4 a 6 mesi dall’inserimento degli impianti, si montano denti provvisori in resina e dopo altri 2-3 mesi i denti definitivi (generalmente in ceramica). In caso di rigenerazione ossea, i tempi si allungano fino ad 8-9 mesi. Una stima dei tempi di attesa verra’ proposta a seconda della terapia scelta per il tuo caso.

 

In che modo devo prendermi cura degli impianti?
La cura quotidiana degli impianti prevede oltre l’uso di spazzolino, l’uso dello scovolino o del filo interdentale (superfloss) a seconda i casi. Per mantenere a lungo la salute degli impianti è necessario effettuare delle visite odontoiatriche periodiche con sedute di igiene professionale (semestrali o annuali).

 

Quanto può durare un impianto?
Gli impianti possono durare molti anni, se trattati con cura, come i denti naturali.