Endodonzia

Medicina Estetica

La cura canalare richiede un’accurata tecnica per asportare la polpa infetta (nervo) e disinfettare l’interno del dente: si utilizzano per questo strumenti manuali (lime) o meccanici rotanti e soluzioni disinfettanti. Il canale pulito e disinfettato va poi otturato ermeticamente per prevenire una reinfezione.

L’efficacia di una cura può essere limitata dalla complessita’ anatomica del dente e dall’impossibilità dei disinfettanti di raggiungere le parti profonde della radice (con potenziale mancata risoluzione del problema). L’utilizzo della tecnologia laser con la tecnica PIPS, sotto microscopio operatorio, facilita pulizia e disinfezione dei canali radicolari aumentando così le probabilità di successo

estetica

Principali benefici

  • elimina il dolore e l’infezione al dente.
  • restituisce il dente alla sua funzione.

faq Estetica

Domande frequenti

Quali sono le ultime tecnologie in endodonzia?
La tecnica PIPS™) e’ una applicazione rivoluzionaria, sviluppata negli USA dal Dr.DiVito e dal suo gruppo di ricerca MDATG, in collaborazione con il Prof.Giovanni Olivi. La tecnica PIPS™ sfrutta l’energia dell’Erbium laser per aumentare l’efficacia delle comuni soluzioni disinfettanti usate in endodonzia per raggiungere una decontaminazione pressoche’ completa del dente, confermato da sofisticate indagini di microscopia elettronica e studi batteriologici che hanno dimostrato un effetto battericida fino al 99,99% con completa rimozione di smear layer e biofilm batterico fino ad 1 mm di profondita’ nei tubuli dentinali

Cosa significa questo?
Un piu’ efficente, piu’ confortevole, piu’ veloce trattamento con un’aumentata percentuale di guarigione!

Alte tecnologie nella cura canalare

L’utilizzo del Laser aumenta la capacita’ di disinfezione e di pulizia all’interno della radice.
L’utilizzo del Microscopio operatorio e’ indispensabile, permettendo di illuminare ed ingrandire l’interno del dente fino a 40 volte, facilitando l’operato ed il controllo del lavoro.

faq Estetica

A chi è rivolta

A chi necessita di devitalizzazione e/o cura canalare:

  • quando una carie profonda raggiunge il tessuto pulpare (nervo) causando infiammazione con forte sensibilita’ al freddo/caldo, sensibilita’ alla pressione e/o alla masticazione fino al dolore spontaneo o notturno (pulpite).
  • quando in un dente gia’ curato, otturato o incapsulato, compare la sensibilita’ al freddo/caldo o alla masticazione (pulpite), o compaiono i segni della degenerazione pulpare o morte del dente (necrosi), con infezione, gonfiore (ascesso) e dolore al solo contatto tra i denti.
  • quando un dente gia’ devitalizzato presenta nuovamente i segni dell’infezione dentale gonfiore (ascesso) e dolore al solo contatto tra i denti (infezione apicale acuta).
  • quando all’esame radiologico compaiono i segni radiologici di infiammazione dentale anche in assenza dei sintomi descritti (infezione apicale cronica).